Brunello di Montalcino DOCG

Il Brunello di Montalcino DOCG è un vino che viene prodotto nell’omonima città in provincia di Siena, dovendo essere prodotto utilizzando rigorosamente l’uva del vitigno Sangiovese Grosso al 100%.
Questo vino, assieme al Barolo DOCG, viene considerato il più longevo vino italiano; la sua storia inizia nel 1800 a Montalcino, ad opera di Santi Clemente che, con l’aiuto del nipote, inizia a vinificare e ottiene un prototipo di Brunello nel 1870 circa. Da quel momento, una volta incrementatone la produzione e il commercio, il Brunello diviene un vino celebre nel mondo, che riflette l’eccellenza italiana.

Caratteristiche vino e vitigno

Il Brunello di Montalcino viene prodotto dopo una vendemmia accuratamente fatta a mano, e con un’accurata selezione dei vitigni che devono necessariamente avere le seguenti caratteristiche: i terreni devono essere in grado di conferire all’uva determinate caratteristiche qualitative, e devono essere quindi collinari e di altitudine non superiore ai 600 metri, e con una buona esposizione al sole; inoltre deve essere necessariamente osservata una determinata densità di impianto dei vitigni. Anche la procedura di potatura dovrà essere specifica.
Il Brunello di Montalcino deve “invecchiare” almeno cinque anni dal momento della vendemmia, e deve essere sottoposto ad un processo di raffinamento di due anni all’interno di botti di rovere, per poi continuare l’affinamento per un minimo di quattro mesi in bottiglia.
Viene qualificato come “Riserva” se viene messo in commercio dopo sei anni di invecchiamento dalla vendemmia, restando che devono passare due anni di affinamento minimi in botti di rovere.

Aromi e note di degustazione

Il vino si presenta con un colore rosso rubino, un sapore caldo e asciutto, persistente e robusto, e all’olfatto con un profumo forte, caratteristico, con note di ciliegia e spezie.

Abbinamenti cibo consigliati

Il vino Brunello di Montalcino si abbina bene con piatti strutturati, come selvaggina e carni rosse, anche funghi e tartufo; perfetto in abbinamento con formaggi stagionati, soprattutto il pecorino toscano.