Grechetto di Todi DOC (e abbinamenti)

Grechetto di Todi è un vitigno autoctono da cui si produce l’omonimo vino bianco. La coltivazione e la produzione sono consentite nella solo comprensorio Tuderte in provincia di Perugia. Le origini antiche risalgono alla Historia Naturalis di Plinio il Vecchio quando questo vino veniva già menzionato come amarognolo e tipico di Todi. E’ plausibile attribuirne ai Greci l’importazione in Italia, dove ha poi trovato il suo habitat ideale nelle zone dell’Umbria e del Lazio. Nonostante le molte similitudini con il Grechetto di Orvieto, con il Grecanico e il Greco di Tufo, queste uve hanno molte caratteristiche in comune anche con la Ribolla riminese e il Pignoletto. Dal 2010 il Grechetto di Todi viene prodotto con la denominazione Doc solo nei comuni di Collazzone, Massa Martana, Monte Castello di Vibio e Todi. Vinificato generalmente in purezza può prevedere un taglio del 15 % con altri vigneti a bacca bianca del territorio.

Caratteristiche del vitigno

Le dimesioni del grappolo sono medie, mentre gli acini compatti e con la buccia sottile conoscono la vendemmia a partire da metà settembre. Il sistema di allevamento è quello a cordone speronato. E’ un uva particolare che richiede molta attenzione ai tempi della maturazione per evitare che si deteriori prima di essere pressata. Alla pigiatura soffice degli acini interi seguono la separazione delle bucce, la decantazione statica a freddo, la fermentazione a temperatura controllata a 16°C per 12 giorni e l’affinamento in acciaio inox o in legno, prima e in bottiglia a seguire, per un breve periodo. Vengono utilizzati lieviti varietali selezionati.

Aromi e note di degustazione

Questo vino dalla forte personalità, ma assoluta gradevolezza, versato nel bicchiere ha un colore giallo paglierino con riflessi dorati. All’olfatto sprigiona note floreali, di mela, di pera, di pesca, di agrumi, di frutta esotica, di miele e di caramello. Al palato si mostra morbido, con una buona struttura e un’acidità moderata che lascia spazio ad un finale con rimandi di mandorla.

Abbinamenti cibo consigliato

E’ consigliabile servirlo ad una temperatura di 10-12°C nei classicci calici da bianco non troppo ampi. E’ perfetto da bere in abbinamento con primi piatti semplici, carni bianche, pesce alla griglia, frutti di mare crudi, pietanze di pesce e verdura, formaggi a pasta morbida o piccanti. Forma il binomio equilibrato anche abbinato con antipasti e crostacei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *