L’Ortrugo è un vitigno a bacca bianca originario del Piacentino.
Nell’Ottocento, nei Bollettini Ampelografici del Ministero dell’Agricoltura veniva indicato col termine Altruga, cioè “altra uva”, in riferimento a quelle di più nota fama con le quali di solito questa varietà veniva mescolata per la vinificazione.

Estirpato in passato a favore della più fortunata Malvasia di Candia, fu solo negli anni Settanta che ne fu riscoperto il valore come vitigno in grado di dare vita a vini bianchi eccellenti.
Oggi, questo vitigno è diffuso in tutta la fascia collinare piacentina, in particolare nelle valli Trebbia, d’Arda, e Tidone. Vinificato in purezza dà origine alla DOC Colli Piacentini.

Caratteristiche, aromi, note di degustazione

Il vino Ortrugo ha un colore giallo pallido e riflessi verdognoli. Il suo bouquet è equilibrato e delicato, con note aromatiche di fiori bianchi. Al palato risulta morbido, con un piacevole retrogusto amarognolo.

Abbinamenti Ortrugo cibo

Accompagna ottimamente i primi piatti di magro della tradizione piacentina e i primi e i secondi a base di pesce.