Formaggio di Fossa DOP

formaggio di fossa
https://it.wikipedia.org/wiki/File:Formaggio_di_fossa.jpg

Il formaggio di Fossa è un prodotto la cui origine territoriale è ricondotta all'Emilia Romagna, in particolare al paese di Sogliano al Rubicone in provincia di Forlì che lo produce da età antiche; nelle Marche a Talamello in provincia di Pesaro, che è l'unica delle zone di produzione che rispetta il criterio per cui il formaggio viene, una volta all'anno, infossato, per ottenere la massima qualità del prodotto, e Sant'Agata Feltria (RN). Oggi il territorio di produzione si è ulteriormente espanso, così che questo formaggio è prodotto in diversi comuni del Montefeltro e della Val Metauro.
Questo alimento è conosciuto nella zona di Sogliano fin dal XV secolo; il suo nome particolare deriva dal fatto che i contadini lo nascondevano sotto terra, addirittura a cinque e più metri di profondità, per impedire ai banditi che usavano fare scorrerie nella regione di trafugarlo. Il formaggio di Fossa di Sogliano dal 2009 è un prodotto D.O.P.

A Sogliano al Rubicone, il giorno dell'apertura delle fosse è una sagra tradizionale; anche a Cartoceto, l'apertura è collocata nell'ultima domenica del mese di Novembre e attira gli appassionati del formaggio.

Metodo di produzione

Il prodotto si ottiene dal latte di pecora per la maggior parte e dal latte di capra; una volta che sono state ottenute le forme di formaggio, esse vengono fatte maturare per tre mesi all'aria aperta; quindi sono avvolte all'interno di teli bianchi, riposte in un sacco venticinque alla volta e poi, avvolte da fieno, sono sistemate in fosse di tufo larghe due metri, tre metri sotto il livello del terreno, ad una temperatura di venti gradi con umidità addirittura al 90%.
Per motivi igienici, le fosse prima di essere colmate di formaggi sono ripulite tramite la bruciatura di sterpi, poi sono completamente rivestite di paglia e di canne per preservare le forme dal contatto con la fossa. Una volta seppelliti i formaggi, l'apertura delle fosse di tufo è coperta da barricate di legno e, a partire da agosto, ivi rimangono fino al 25 novembre. Durante questa giornata, festa di Santa Caterina, la tradizione vuole che esse vengano riesumate.

Caratteristiche e abbinamenti

Questo formaggio, fondamentalmente grasso e friabile, dal profumo molto intenso, ha un sapore gustoso e deciso, con un aroma che richiama vagamente note di sottobosco, di tartufo e muschio. Al palato, il sapore passa facilmente dal dolce al piccante.
Il formaggio di Fossa viene consumato a temperatura ambiente, sia da solo che in cucina. Il suo sapore è ben esaltato dal miele e dal savor, una composta di frutta a base di mosto di uva cotto con altra frutta, secca o fresca. Questo prodotto è un condimento ideale per pastasciutte, risotti, gnocchi, verdure.

You may also like:

asiago dop

Formaggio Asiago DOP

La storia del formaggio asiago ha inizio nel lontano anno 1000 nei luoghi da cui ha preso il nome…

grana padano

Grana Padano DOP

Il Grana Padano, come è facilmente intuibile dal nome, è un formaggio a pasta dura che viene prodotto nella…

parmigiano reggiano

Parmigiano Reggiano DOP

Il Parmigiano Reggiano è un formaggio italiano la cui storia inizia nove secoli or sono, durante il Medioevo (XII…