Franciacorta DOCG

Il Franciacorta è un rinomato vino italiano DOCG (denominazione di origine controllata e garantita) che viene prodotto da cantine selezionate nella zona collinare di Brescia delimitata dalle rive del lago d’Iseo.
Su questi dolci pendii l’enologia ha origini antiche grazie ad un terreno fertile e a condizioni particolarmente favorevoli alla produzione di vini adatti alla “spumantizzazione”, tanto che nel 1967 alla zona è stata riconosciuta la Denominazione di Origine Controllata.
La peculiarità che rende unico questo vino è la rifermentazione naturale che avviene in bottiglia, obbligatoria ai fini della garanzia di qualità del prodotto, esattamente come l’indicazione della zona di provenienza delle uve e del timbro del Consorzio, composto da una cerchia ristretta di produttori che ne rispetta meticolosamente il disciplinare di produzione.

Caratteristiche del vino

Il metodo di lavorazione del Franciacorta è il connubio perfetto tra tradizione e nuove tecnologie. La vendemmia, effettuata esclusivamente con tecnica manuale, avviene a cavallo tra agosto e settembre.
Le uve impiegate per questa vinificazione sono quelle di Chardonnay, Pinot Nero e Pinot Bianco, quest’ultime in una percentuale massima del 50%.
Dopo una prima fermentazione del mosto, vengono create le diverse varietà di vino a seconda della composizione: oltre al Franciacorta metodo Classico, sono disponibili le versioni Saten, Rosè, Riserva e Millesimato. Queste tipologie variano anche in base alla concentrazione di zucchero in esse contenuta.

Aromi e note di degustazione

Il Franciacorta è un vino inimitabile, dal colore giallo paglierino con intensi riflessi dorati, quasi tendenti alle sfumature del verde. Il Franciacorta è ricco di piccole bollicine persistenti, ma mai invadenti. E’ un vino fresco, saporito, deciso, vellutato al palato che lascia un retrogusto di agrumi, nocciole e fiori bianchi.
La fermentazione del vino Franciacorta dura da un minimo di 18 mesi per la versione classica, fino ai 67 previsti per l’etichetta Riserva, che permette di ottenere un vino pregiato e particolarmente strutturato, mentre per la produzione del Franciacorta Rosè viene impiegato un Pinot Nero vinificato in rosato.
Ogni vitigno della zona della Franciacorta può avere caratteristiche ed aromi unici che derivano dal clima e dal suolo influenzati dalla presenza del lago con le sue torbiere, dalla prossimità alla Pianura Padana e dai pendii collinari ricchi di minerali.

Abbinamenti cibo consigliati

Per la sua freschezza e vivacità il Franciacorta è un vino molto versatile a tavola. Si abbina in particolar modo con le numerose specialità gastronomiche di questa terra come la robiola e il casolet bresciani, il salame di Monte Isola, la soppressata e il lardo aromatizzato.
Il Franciacorta è perfetto per abbinare un risotto ai gamberi di fiume o primi piatti con crostacei e frutti di mare.
E’ consigliabile servirlo ben raffrescato ed è il vino ideale sia per un aperitivo sia da abbinare ad un dessert.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *