Greco di Tufo DOCG

Il vitigno Greco ha una storia molto particolare e piuttosto confusa. Si pensa sia stato importato in Campania dai coloni greci della Tessaglia, probabilmente dalla città di Aminaios. Dall’antichità al Novecento, tantissime sono state le testimonianze sulla bontà dei vini prodotti con le uve di questo vitigno.
Molto spesso, il Greco ha assunto nel corso dei secoli il toponimo del luogo dove veniva coltivato. E’ così che, ad esempio, oggi esistono il Greco di Napoli, il Greco della Torre, il Greco di Somma, il Greco del Vesuvio, e, tra Avellino e Benevento, il Greco di Tufo. Quel che è certo, è che sin dall’origine il Greco è stato coltivato sul Vesuvio e nei Campi Flegrei perché predilige i terreni tufacei e di origine vulcanica e da lì si è diffuso verso l’interno, nell’Avellinese e nel Beneventano.
Oggi il Greco viene coltivato in tutta la Campania, ma anche nelle province di Campobasso,Taranto, Brindisi, Foggia, Viterbo, Latina, Grosseto, Massa Carrara, La Spezia e Lucca ed è all’origine di varie DOCG regionali.

Caratteristiche vino e vitigno

Nella zona della valle del Sabato, a nord di Avellino, il Greco dà origine alla DOCG Greco di Tufo.
Le uve di questo vitigno sono caratterizzate da grappoli piccoli e compatti, con acini piccoli e pruinosi, gialli e ricoperti di puntini bruni. La maturazione avviene piuttosto tardi, nella seconda settimana di ottobre. Si tratta di un vitigno difficile da vinificare, che richiede una certa esperienza per evitare la tendenza all’ossidazione precoce.
Il Greco di Tufo DOCG viene preparato in soli otto comuni della provincia di Avellino con minimo l’85% di uve Greco e massimo il 15% di Coda di Volpe.

Aromi del vino e note di degustazione

Il Greco di Tufo è un vino colore è un giallo paglierino più o meno intenso a seconda dell’invecchiamento, con riflessi dorati.
Il suo bouquet è caratterizzato da note di fior d’arancio e macchia mediterranea, mela cotogna e mandorla.
Al palato, si rivela un vino ruvido, fresco, con una struttura importante e una persistenza aromatica lunga.

Abbinamenti cibo consigliati

Il vino Greco di Tufo va servito ad una temperatura di circa 10°C e si abbina in modo ottimale alle salse di pomodoro grazie alla sua freschezza e mineralità. Ottimo, quindi, con la classica pasta al pomodoro ma anche con la pizza. E’, inoltre, il delizioso abbinamento per piatti a base di frutti di mare, grigliate di pesce e fritture.