Quello del Grillo è un vitigno autoctono d’uva bianca da mosto presente soprattutto nella parte occidentale della Sicilia nella zona di Marsala.
Le prime citazioni di queste uve risalgono al 1873, ma solo dopo la prima guerra mondiale vengono valorizzate per le loro qualità e soprattutto perchè possono concorrere alla produzione di vini molto alcolici edi facile ossidazione, come ad esempio il Marsala.
L’habitat del Grillo sono i versanti assolati e gli aridi terreni sabbiosi, che gli conferiscono l’elevato grado zuccherino.
I grappoli di questa varietà sono medio grandi con acini di colore giallo e sferici. L’impianto tradizionalmente usato era ad alberello, ma oggi sta lasciando il posto a realizzazioni a spalliera bassa.
La maturazione e la vendemmia avvengono nella seconda metà del mese di settembre quando alla raccolta delle uve seguono la pigiatura, la diraspatura, la vinificazione in riduzione (pressatura in totale riparo dall’aria), la decantazione naturale, e la fermentazione a temperatura controllata per 10 giorni.

Caratteristiche, aromi, note di degustazione

ll vino Grillo viene prodotto in purezza con le omonime uve, vinificate prevalentemente in acciao.
Versato nel bicchiere il Grillo mostra subito la vivacità del suo colore giallo paglierino intenso con sfumature dorate.
Il profumo, spiccatamente tropicale, rimanda al mango, alla papaia, al gelsomino, erbacce di thè, foglie di ortica ed ai delicati fiori bianchi con tenui sentori di fieno e fiori secchi.
Al palato si rivela caldo, equilibrato ed armonico con il suo gusto asciutto e leggermente tannico.
La sua giusta acidità lo rende particolarmente portato all’invecchiamento. Questo vino bianco fermo di corpo deve essere gustato ad una temperatura di servizio compresa tra gli 8 e i 10 °C; i bicchieri ideali sono quelli di dimensioni medie per vini bianchi leggeri, con una luce sufficientemente ampia per consentire la giusta enfatizzazione degli aromi.

Abbinamenti Grillo cibo

La fragranza e l’aromaticità del vino Grillo lo rendono il vino esemplare per l’abbinamento con molluschi e antipasti di pesce, ma anche per abbinamenti con primi e secondi piatti a base di pesce e verdure.
Il Grillo si abbina perfettamente anche con i crostacei fritti, le carni bianche, le uova, i salumi e con il carpaccio di sedano e fragole.